nickname password  
recupera password
registrati ora...è gratis
 HOME | MISSION | NEWS | FREQ | ARTISTI | MESSAGGI | CONTATTI
news
Arrestato Igor il Russo.
CARMERITA NAPOLITANO

Venerdi 15 Dicembre 2017


L´ex-serbo è uno dei fuggitivi più ricercati in Italia, dove ha causato il panico per diversi crimini.

Noto come Igor il russo , un ex militare di origine serba e uno dei fuggitivi più ricercati in Italia. Il detenuto, 36 anni, ha tre identità: serbo, croato e italiano.

In Italia è accusato di aver ucciso diversi poliziotti e civili.

Come riportato da "El País" lo scorso giugno, la polizia lo cercava da aprile. Questo assassino era in Italia dal 2006, quando fu arrestato e imprigionato per otto anni. Dopo aver partecipato a una rapina con violenza sessuale , fuggì e uccise il proprietario di un bar a Budrio e, pochi giorni dopo, una guardia provinciale.

Le indagini hanno rivelato che il serbo stava seguendo tecniche militari per sfuggire alla cattura. Fino a quando è arrivato in Aragona.

Il 5 dicembre ha sparato a due residenti di Albalate del Arzobispo.

Dieci giorni dopo, l´escalation della violenza è stata ripetuta. In questa occasione due poliziotti e un´altra persona sono morti a seguito degli spari ricevuti.

Al momento dell´arresto portava tre armi di piccolo calibro, incluse le due pistole Beretta che ha strappato ai poliziotti, che avrebbe sparato dopo essere stato presente in una fattoria dove avevano rilevato movimenti sospetti.
tutte le news                                   pagina: 5
Londra, veicolo sui pedoni a London Bridge: diversi feriti
Champions, Juventus; Allegri:
2 giugno, la Repubblica italiana compie 71 anni
Visti Usa, giro di vite: controllo sull´ uso dei social media e info biografiche sino a 15 anni prima
Cesaro, nuovi guai. I pm antimafia adesso indagano sul voto di scambio
Traffico in tilt e cantieri infiniti: l´incubo dei turisti a Napoli
«Bobbio, il paladino della legalità che favoriva gli amici». Le motivazioni della condanna dell´ex sindaco di Castellammare
Legge elettorale, Berlusconi: